Abano Terme

La città “che toglie il dolore” con la sua preziosa acqua termale curativa


Il toponimo Abano contiene un evidente riferimento all’acqua sia per la presenza della radice indoeuropea - ap, sia per l’associazione al dio Aponus, nume tutelare delle fonti termali in età paleoveneta e romana Il nome della città deriva da Aponos, che significa “che toglie il dolore”.

AbanoTERME sorge alle pendici dei Colli Euganei formatisi circa 34 milioni di anni fa in seguito alle alluvioni della pianura Padana e a fenomeni di vulcanesimo sottomarino. L’elemento caratterizzante del territorio aponense è la presenza di sorgenti termominerali famose fin dall’antichità.

Abano Terme è un comune italiano di 20000 abitanti circa della provincia di Padova in Veneto.
Situato lungo il margine nordorientale dei colli Euganei, è il principale centro delle Terme Euganee. Sorge in una zona vulcanica spenta, nell'area metropolitana di Padova, 10 km a sud-ovest del capoluogo, ad un'altitudine media di 14 metri sul livello del mare. I suoi abitanti vengono chiamati aponensi.

DA VEDERE :

Colle del Montirone

Questo piccolo colle, un tempo ricco di sorgenti termali che sgorgavano naturalmente, fu particolarmente caro agli antichi patavini, che in epoca romana lo circondarono di ville e strutture termali. L'ingresso all'antica fonte, è annunciato da un colonnato corinzio di inizio Novecento e da una possente colonna dorica sormontata da una coppa avvolta tra le spire di un serpente, progettata da Giuseppe Jappelli nel 1825 in occasione del passaggio dell'Imperatore Francesco I d'Austria. Di più »

Pietro d'Abano

Tra il verde dei giardini in piena isola pedonale si trova la statua di Pietro d'Abano.Nato nel 1257, Pietro, figlio del notaio Costanzo, soggiornò a lungo a Costantinopoli. Compì gli studi presso l'Università di Padova e divenne il più grande scienziato italiano del Trecento, nonché alchimista. Insegnò medicina, filosofia e astrologia. Questa interdisciplinarità attirò su di lui i sospetti del Tribunale dell'Inquisizione che lo accusò di negromanzia e di eresia e nel 1316 Di più »

Il Duomo di San Lorenzo

Il Duomo di San Lorenzo è il principale edificio religioso del centro cittadino. La sua fondazione risale alla seconda metà del secolo X, ma la sua attuale sistemazione è del XVIII secolo ad opera dell'architetto Domenico Cerato. All'interno conserva sculture seicentesche. Il bel campanile risale al 1314 con la base databile intorno al X secolo.


Parco Urbano Termale

Gioiello di architettura contemporanea, progettato da uno tra i più importanti architetti e storici dell'architettura, Paolo Portoghesi. Il vasto complesso, che si inserisce armoniosamente nel contesto urbanistico e architettonico della città termale, è concepito come unico, grande prato continuo, percorso da viottoli pavimentati e piste ciclabili, ricco di piante e alberi d'alto fusto sistemati lungo il viale principale.


Museo Internazionale della Maschera "Amleto e Donato Sartori"

Museo unico al mondo che riunisce le prestigiose opere di Amleto Sartori e di suo figlio Donato, artisti di fama internazionale, autori di maschere per la Commedia dell'Arte e per il teatro in genere.


Ville e Parchi

Belle ville nobiliari, erette soprattutto tra il XVI ed il XVIII secolo, impreziosiscono sia il centro cittadino che i verdeggianti dintorni collinari. Villa Savioli, Villa Bassi Rathgeb, Villa Rigoni Savioli, Villa Mocenigo Mainardi, Villa Bembiana.


Santuari e Monasteri

A Monteortone, frazione di Abano Terme, sorge il bel Santuario dedicato alla Madonna della Salute. La chiesa fu edificata nel XV secolo sul luogo dove nel 1428 un soldato, Pietro Falco, fu miracolato e guarito dalla peste dopo aver trovato in una piccola grotta un'immagine lignea della Vergine ed essersi quindi bagnato con l'acqua di una fontana che sgorgava ai piedi del colle di Monteortone. La chiesa a croce latina con tre navate absidali e campanile del XV secolo, conserva ancora oggi Di più »


La storia

Abano Terme costituisce il complesso termale più grande e più antico d’Europa.



La leggenda

La leggenda racconta che le acque di Abano sarebbero diventate calde quando vi sprofondò Fetonte, figlio del Sole, che era stato fulminato da Giove per avere mal condotto il cocchio con suo padre a bordo.
Secondo la tradizione romana, le acque furono dedicate ad una divinità femminile, probabilmente ad una dea sanante, signora della natura, dea che determina lo scorrere della vita. Retia è il nome principale tramandatoci dalle iscrizioni.


La storia

Abano Terme costituisce il complesso termale più grande e più antico d’Europa.
Scavi archeologici dimostrano che la zona fu abitata da popolazioni paleovenete. Periodo di grande splendore fu per Abano l’età imperiale.
La diffusione del cristianesimo causò la decadenza delle terme aponensi, in quanto le virtù curative delle acque erano legate al culto degli dei.
Dobbiamo attendere il predominio della Repubblica di Venezia per la riapertura degli stabilimenti termali. Le Terme di Abano erano allora una moda e un ritrovo di poeti ed artisti. Francesco Petrarca conobbe e si innamorò del borgo che oggi porta il suo nome, Di più »



PARTNERS
REVIEW

AbanoRitz

AbanoRitz Spa Wellfeeling Resort Italy - Abano Terme, Padova - Via Monteortone, 19
Tel. +39 049 8633100 - Fax +39 049 667549 - Direct booking +39 049 8633444 / 5
E-mail: abanoritz@abanoritz.it - Skype address: Abanoritz
S.I.R.A. Srl - P.Iva 00333440287

Home  /   Soggiorna  /   Degusta  /   Rigenerati  /   Scopri  /   Download

Facebook Twitter Instagram

Copyright © 2016 Inartis    Privacy policy  -   Condizioni di utilizzo  -   Dati aziendali  -   Operazione Trasparenza