IT | EN | DE | FR | RU
AbanoRitz NEWS
  HOME PAGE »

«Torna all'indice


Comunicato Stampa - Invito

Venerdì 24 gennaio alle ore 18.30
si svolgerà presso l’AbanoRITZ
la presentazione del libro
“Autunno in Calabria”
di Marina Valensise e Lorenzo Capellini



Con gli autori interverranno l’On. Francesco Talarico, Presidente del Consiglio Regionale della Calabria, l’On. Giovanni Nucera, Consigliere della Regione Calabria, il Professore Mario Caligiuri, Assessore alla Cultura della Regione Calabria.
A seguire la direzione dell’AbanoRITZ offrirà un aperitivo a buffet.


Autunno in Calabria

Un cortile assolato. Microcosmo e “utero” di giochi e memorie infantili. Una casa dentro al mare nel borgo dei pescatori di Scilla. Reggio Calabria “incongruente” tra il paradiso naturale, “mare, cielo, cibo squisito, gente cordiale”, e “la desolazione civile che per molti versi avvicina questa regione all’inferno”. L’Aspromonte percorso a cavallo alla ricerca di un Museo della ’ndrangheta modellato su quello della Shoah a Berlino. “Ne hanno persino mutato le pietre d’inciampo che nelle strade berlinesi segnalano le case in cui vivevano gli ebrei prima della deportazione, e hanno ficcato sul lastricato del lungomare di Reggio le pietre coi nomi delle vittime di “’ndrangheta”. Gerace, “città incantata, fuori dal tempo, sospesa al cielo e alla montagna”, sulle memorie del viaggiatore inglese ottocentesco Edward Lear. La Limina e il Passo del Mercante, fino a mille metri di altezza e discesa. Polistena “la piccola Parigi”. Il “mare argentato di ulivi” della Piana di Gioia. Palmi con l’eco dei Leonida Repaci e Francesco Cilea e il ricordo di vizianti nonni materni. Pizzo Calabro con l’ombra e la tomba di Gioacchino Murat. Soveria Mannelli e il miracolo dell’editore Rubbettino, “un pezzo di Svizzera calato nel cuore della Sila”. Cosenza, “unica città storica della Calabria rimasta miracolosamente indenne dai terremoti”. Rossano, l’antica capitale bizantina e moderna capitale della liquirizia. Sibari e le memorie archeologiche dell’ultimo lusso possibile.


Marina Valensise, firma nota e cara ai lettori del Foglio, ci conduce alla scoperta della Calabria delle sue radici e della sua infanzia, già raccontata nel suo “Il sole sorge a Sud. Viaggio contromano da Palermo a Napoli, via Salento”, con il prezioso e partecipe commento delle foto di Lorenzo Capellini.   
Marina Valensise, romana ma di origini calabresi, è giornalista e scrive per Il Foglio. Dirige l’Istituto Italiano di Cultura di Parigi, dopo essersi occupata a lungo di storia francese e aver tradotto e curato le opere di Francois Furet. Suoi Sarkozy. La lezione francese (Mondadori) e Il sole sorge a sud. Viaggio contromano da Palermo a Napoli, via Salento (Marsilio). Nel 2013 cura i testi del volume Autunno in Calabria, di cui è co-autrice insieme al fotografo Lorenzo Capellini (Minerva Edizioni, collana I luoghi dei sentimenti).


Lorenzo Capellini. Dal 1958 al 1964 vive a Londra dove inizia l’attività di fotografo. Collabora con il “Mondo” di Mario Pannunzio. In Inghilterra realizza servizi e documentari per la RAI, tra cui la serie “Aria di Londra”. Nel 1964 si trasferisce in Africa per alcuni anni. Alla fine del 1969 torna in Italia, a Milano, concentrando il suo lavoro soprattutto sugli artisti e nella fotografia industriale, nella moda, nell’architettura e nell’arredamento. Tra il 1969 e il 1972 è in Brasile, in Messico e a Cuba. Dal 1974 al 1986, su invito del presidente della Biennale di Venezia, ha l’incarico di fotografo ufficiale della prestigiosa istituzione. Nel 1979, e negli anni successivi, torna in Africa con Alberto Moravia per il Corriere della Sera. Dal 1984 al 1990 è fotografo ufficiale del Teatro Comunale di Bologna. Nel 1989 ha una sua personale al Beaubourg a Parigi. Per l’editore Umberto Allemandi & C., realizza la collana Guide di architettura di città italiane. Dal 1992 e per alcuni anni è invitato dall’International Fund for Animal Welfare, nei ghiacciai del nord del Canada e per due anni in Sud Africa. Nell’ottobre 1995, una mostra curata dalla Fondazione Italiana per la Fotografia, Fotografie dal 1954 al 1995. Per il Teatro alla Scala di Milano fotografa spettacoli di balletto ed opere liriche. Del marzo 2002 è il volume Il Prato della Valle (ed. Umberto Allemandi & C.), e dello stesso anno il libro Giotto, vis-à-vis (ed. Umberto Allemandi & C.), sugli affreschi di Giotto nella Cappella degli Scrovegni di Padova, dopo i restauri. Nel 2004 la Galleria d’Arte Moderna di Bologna, per la rassegna Il Nudo fra ideale e realtà, lo invita per una personale sul tema del nudo. Nel 2008 pubblica La mano di Palladio con testo di Paolo Portoghesi e Il fascino dei Cavalli (ed. Umberto Allemandi & C.). Nel 2007, in occasione del centenario della nascita di Alberto Moravia, dedica al grande scrittore e amico la mostra e il catalogo La mia Africa con Alberto Moravia (Minerva Edizioni). A Milano la mostra e il catalogo Aldilà del muro (Minerva Edizioni) in occasione del ventennale della caduta del Muro. Nello stesso anno, nel Museo della Zacheta a Varsavia, la mostra Il teatro di Jerzy Grotowsky, e a Roma, Camera dei Deputati, la mostra e il catalogo Veneto Barbaro di muschi e nebbie (Minerva Edizioni) Nel 2011 la mostra Forme Nude, ed è invitato ad esporre alla Biennale di Venezia (ed. Skirà). Per i 150 anni dell’unità d’Italia la mostra L’Italia per Garibaldi a Firenze e a Roma (cataloghi Minerva Edizioni). Nel 2012 pubblica insieme a Raffaele La Capria il volume Capri, l’isola il cui nome è iscritto nel mio (collana I luoghi dei sentimenti, Minerva Edizioni). Lo stesso anno cura le fotografie della mostra La Torre dell’Angelo di Paolo Portoghesi (catalogo Minerva Edizioni).

Per informazioni e adesioni abanoritz@abanoritz.it - 0498633100
 
 
AbanoRitz Spa Wellfeeling Resort Italy - Abano Terme, Padova - Via Monteortone, 19
Tel. +39 049 8633100 - Fax +39 049 667549 - Direct booking +39 049 8633444 / 5
E-mail: abanoritz@abanoritz.it  - Skype address: Abanoritz  S.I.R.A. S.r.l.

P.Iva 00333440287 - Copyright © 2010-2014 Inartis S.r.l.
Privacy policy - Condizioni di utilizzo - Dati aziendali